NEWS

Ultimo aggiornamento 28/07/16

©_Alex Erik Pfingsttag

NEWS 6: VISIONS, LE PROIEZIONI GRATUITE DEL FESTIVAL

Proiezioni serali in cui si intrecciano storie, attualità e musica: non potevano mancare nella quinta edizione del Cortona Mix Festival e come di consueto accompagnano il pubblico attraverso le vicende e le emozioni più varie. Tutte le proiezioni sono in programma al Centro Sant’Agostino alle 21.30 con replica alle 23.30 (ingresso libero). Si inizia all’insegna della musica sabato 30 luglio con Numero zero: alle origini del rap italiano di Enrico Bisi sulla golden age dell’Hip Hop italiano, iniziata negli anni ’90 con l’arrivo del rap da oltre oceano. Sempre seguendo le note, lunedì 1 agosto ecco Marlene Kuntz – Complimenti per la festa di Sebastiano Luca Insinga.

Domenica 31 luglio si passa all'intreccio fra letteratura e grande schermo con lo speciale su Erri de Luca e Claudio Magris tratto da Writers of Europe, in proiezione in esclusiva per il Cortona Mix Festival. Erri De Luca e Claudio Magris dipingono il loro ritratto della nostra Italia, nell'ambito del più ampio viaggio letterario attraverso il Vecchio Continente accompagnati dalle voci dei più grandi narratori europei contemporanei. Dal libro al film, martedì 2 agosto i fan di Vinicio Capossela non possono perdere Nel paese dei coppoloni di Stefano Obino. Un altro film di origine letteraria è quello in programma mercoledì 3: Un bacio di Ivan Cotroneo. Tratto dall’omonimo libro, porta sul grande schermo le avventure e le difficoltà sentimentali di tre adolescenti.

Dalla narrativa a uno dei più grandi protagonisti del cinema: giovedì 4 da non perdere S is for Stanley di Alex Infascelli. Premiato ai David di Donatello come Miglior documentario, S is for Stanley è dedicato al maestro Stanley Kubrick, raccontato a sorpresa dal suo autista Emilio D’Alessandro, che lo ha accompagnato per trent’anni instaurando con lui un rapporto anche personale.

NEWS 5: AL CORTONA MIX FESTIVAL SI TESSE LA TELA DELLE STORIE

Per la quinta edizione del Cortona Mix Festival la Fondazione Toscana Spettacolo onlus offre al pubblico la vera essenza del Festival: due concerti diversissimi ma che promettono di conquistare tutti. Un appassionante mix fra musica barocca e sensualità del tango è quello di lunedì 1 agosto alle 19.30 nella Chiesa di San Francesco, con i Solisti dell’ORT protagonisti del concerto Le Otto Stagioni (produzione Orchestra della Toscana). Guidati dal solista e concertatore al violino Andrea Tacchi, faranno riascoltare Le Stagioni di Vivaldi intervallate da Las Cuatro estaciones porteñas di Piazzolla: un programma singolare, di grande interesse che mette a confronto le celebri pagine vivaldiane, esempio magistrale di musica descrittiva barocca, con la “citazione” che ispira Astor Piazzolla, più di due secoli dopo, tra gli anni sessanta e settanta del Novecento.

 

Giovedì 4 agosto alle 21.30 al Teatro Signorelli si passa decisamente alle sonorità rock con lo spettacolo Andrea Chimenti interpreta David Bowie (produzione Orchestra da camera I Nostri Tempi). Andrea Chimenti, scrittore, poeta, designer (già noto al grande pubblico per essere stato il frontman del gruppo italiano dei Moda), nella sua carriera ha incontrato più volte le musiche di David Bowie fino alla collaborazione con Mick Ronson, chitarrista e produttore proprio del “Duca Bianco”. Tra i capolavori di Bowie, Andrea Chimenti (voce e chitarra acustica) eseguirà, tra gli altri, Life on Mars, Space Oddity, Rock’n Roll Suicide, Where are we now?. Insieme a lui sul palco il figlio, Francesco Chimenti (al pianoforte, violoncello elettrico e cori), e Davide Andreoni (alle chitarre), entrambi membri della band Sycamore Age, il quartetto d’archi I Nostri Tempi e Mario Fanciullini alle percussioni.

NEWS 4: AL CORTONA MIX FESTIVAL SI TESSE LA TELA DELLE STORIE

Al Cortona Mix Festival è tradizione che storie e protagonisti si intreccino e quest’anno si uniranno anche nel ricordo dedicato a Umberto Eco, trasversale e affidato a tutti gli scrittori ospiti della manifestazione – i cui libri saranno come sempre disponibili nel Bookshop Feltrinelli. Sono attesi Nicolai Lilin, intervistato da Alessandra Tedesco nell’incontro Scegliere se stessi contro il destino, Simonetta Agnello Hornby, protagonista di Maria lo piglia amaro (con Alberto Rollo), Wlodek Goldkorn con il suo racconto autobiografico Il bambino nella neve (con Chiara Valerio), Massimo Cirri (con Simonetta Fiori) con Un’altra parte del mondo, e Stefano Valenti con il suo Rosso nella notte bianca (con Massimo Cirri). Chaimaa Fatihi e Anna Cherubini riflettono sul terrorismo e la minaccia della violenza nell’incontro Non ci avrete mai, mentre sul rapporto fra culture diverse è incentrato l’incontro L’Europa siamo tutti noi (sabato 6 agosto) con Guido Viale e Filippo Miraglia. I più giovani potranno immergersi nella dimensione sentimentale con My Dilemma Is You e l’autrice Cristina Chiperi intervistata da Dory D'Anzeo e l’adolescenza è protagonista anche di Un bacio con Ivan Cotroneo intervistato da Alessandro Boschi. All’inventiva è invece dedicato l’incontro con Oliviero Toscani e Marco Rubiola a partire dal volume Dire fare baciare. Per spaziare fra i temi più vari, ecco Basket per amore con Emiliano Poddi e Stefano Petrocchi, e il consueto appuntamento con Il Premio Strega a Cortona, a tu per tu con Edoardo Albinati, vincitore della settantesima edizione con La scuola cattolica. Si torna a riflettere sulle relazioni familiari con Iaia Caputo in Il profumo di talco di Sinforosa (con Antonio Pascale), a partire dal suo romanzo Era mia madre, per poi tuffarsi nelle atmosfere noir con Notturno poliziesco in compagnia di Maurizio de Giovanni con Luca Crovi. Stefano Piedimonte, intervistato da Marco Caneschi parla invece di un killer di sentimenti e relazioni, protagonista di L’innamoratore. Tra politica e narrazione si colloca l’incontro Walter Veltroni (con Francesco d’Ayala) autore del romanzo Ciao, mentre della vita di uno dei più grandi maestri dell’arte discute Costantino D’Orazio nell’incontro Michelangelo. Io sono fuoco. Tutto dedicato ad una delle sedi più amate degli incontri del Festival è il libro Il Teatro Signorelli di Cortona di Patrizia Rocchini, Pietro Matracchi, Eleonora Sandrelli. Con il reading Che si dice sull’amore? Racconti d'amore spiegati bene di e con Antonio Pascale si scopre quanta parte ha la volontà, e quanta il caso, nelle nostre vite. La ricerca del senso della vita è il cuore dell’incontro Il gioco della fenice con Anna Cherubini e Evita Greco, intervistate da Annarita Briganti a partire dai loro libri L’amore vero e Il rumore delle cose che iniziano.


NEWS 3: MUSICA E SPETTACOLI CON LE OFFICINE DELLA CULTURA

Grazie a Officine della Cultura, al Cortona Mix Festival si alternano e affiancano generi musicali e spettacoli diversi. Si comincia con l’anteprima di martedì 26 luglio, alle 21.30 a Palazzo Casali: il concerto Rasenna Brass e Marco Lazzeri in Rhapsody in Blue di George Gershwin (in collaborazione con il Festival delle Musiche) con una selezione di brani ripresi dal repertorio del ‘900 spaziando tra swing e colonne sonore di alcuni film. Grandi emozioni assicurate nello spettacolo Il piccolo principe e l’aviatore, in programma domenica 31 luglio alle 21.30 al Teatro Signorelli, con il contributo della Regione Toscana: un classico immortale della narrativa per ragazzi e adulti, con il debutto alla regia di Amanda Sandrelli, musiche di Massimo Ferri e Luca Baldini, testi delle canzoni di Stefano Ferri e una piccola orchestra che accompagna l’attore Samuele Boncompagni in un’avventura che intreccia immagini, musica e narrazione. Lunedì 1 agosto arrivano i ritmi travolgenti del Canzoniere Grecanico Salentino che alle 21.30 anima Piazza Signorelli con un concerto (a ingresso libero) a suon di pizzica tarantata. Dalla migliore tradizione folk all’innovazione musicale: venerdì 5 agosto doppio appuntamento “elettronico” all’insegna dello Spazio/Tempo: alle 18.30 presso il Teatro Signorelli (a seguire, dalle 20.30, aperitivo nelle logge del teatro) workshop di musica elettronica con Samuel dei Subsonica, Dj Ralf e Federico Grazzini, moderati da Damir Ivic, per scoprire in un autentico dietro le quinte come nasce e come si armonizza la musica elettronica. Alle 21.30, gli stessi protagonisti si alternano alla console di Piazza Signorelli per un Dj set, seguito da una speciale sessione di silent disco a partire da mezzanotte e mezza. Sabato 6 agosto è invece il giorno del jazz con Enrico Rava, uno dei jazzisti italiani più noti in tutto il mondo: alle 18.30 al Centro Sant’Agostino nell’incontro A tu per tu, Enrico Rava è intervistato da Enrico Bettinello e alle 21.30 sale sul palco del Teatro Signorelli per sprigionare l’energia dell’Enrico Rava NEW 4ET, in compagnia del quartetto di giovani talenti Francesco Diodati (chitarra), Gabriele Evangelista (contrabbasso) ed Enrico Morello (batteria). Gran finale domenica 7 agosto alle 21.30 sul palco di Piazza Signorelli con il progr rock di Ian Anderson & Jethro Tull, che trascineranno tutta Piazza Signorelli in una straordinaria festa dalle sonorità rock, folk, blues e acustiche.


NEWS 2: LA GRANDE CLASSICA RISUONA CON L’ORT

Quest’anno l’Orchestra della Toscana restituisce al pubblico del Festival tutta la maestosità dei brani classici più amati. Si comincia sabato 30 luglio quando alle 21.30 Piazza Signorelli fa idealmente un salto indietro nel tempo e si trasferisce nelle ottocentesche atmosfere austriache con i Saluti da Vienna: l’Orchestra della Toscana diretta da Peter Guth con il soprano Elisabeth Jahrmann propone al pubblico le più belle danze e i meravigliosi valzer di Strauss, Suppé, Arditi, Lehár e Kálmán. L’immersione nel mondo musicale viennese è resa ancor più vivida da una peculiarità del maestro – direttore del Vienna Symphony Johann Strauss Ensemble e dei Vienna Strauss Soloists – che seguendo la tradizione di Johann Strauss dirige imbracciando il violino. Sempre all’insegna di un viaggio musicale e geografico, che unisce tradizioni e stili diversi – tanto nei contenuti quanto nei protagonisti – mercoledì 3 agosto alle 21.30 in Piazza Signorelli arriva dal Giappone il maestro Eiji Oue – allievo di Leonard Bernstein, professore di direzione d'orchestra presso la Hochschule fuer Musik, Theater und Medien di Hannover – per dirigere l’ORT insieme al giovane e talentuoso violinista serbo Nemanja Radulovic – Vincitore di numerosi premi internazionali, tra cui Josef Joachim di Hannover, George Enescu di Bucarest, Antonio Stradivari in Italia, Yehudi Menuhin e Wieniawski-Lipinski in Polonia – in un concerto dalle sonorità straordinarie: la platea sarà conquistata dall’ouverture de La bella Melusina di Mendelssohn, dal Concerto per violino op.35 di Čajkovskij e dalla celebre Sinfonia n.7 di Beethoven.


NEWS 1: MARTEDÌ 2 AGOSTO ARRIVA EDOARDO ALBINATI, VINCITORE DEL 70° PREMIO STREGA

Quello con il vincitore del Premio Strega è un appuntamento consolidato e sempre molto atteso al Cortona Mix Festival. Martedì 2 agosto alle 19 al Centro Sant’Agostino Edoardo Albinati, che ha trionfato nel LXX Premio Strega con il suo romanzo La scuola cattolica (Rizzoli) dialoga con Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci. Il libro, ambientato nella Roma degli anni Settanta, parte dal terribile delitto del Circeo per ricostruire la “mala educación” di alcuni ex alunni di una rinomata scuola privata romana e scavare nell’identità di un quartiere residenziale che, sotto l’apparente tranquillità e rispettabilità borghesi, cela la genesi oscura di tanti episodi di cronaca nera di matrice politica. In una recente intervista al quotidiano “la Repubblica”, l’autore ha spiegato: “Thomas Mann diceva che il borghese è l'individuo che ha più punti di contatto con l'intera umanità. All'interno del suo mondo osserviamo tutti gli atteggiamenti possibili. Nel caso del delitto del Circeo si pensò subito che non potesse avere per protagonisti ragazzi di buona famiglia. Ma pensare in questo modo è un'altra forma di difesa. Chiunque può fare qualsiasi cosa a chiunque".


SEGUICI SU: