Le prove di Jovanotti e Roberto Saviano

 

Il concerto di Jovanotti

 

Il concerto di Elio e le Storie Tese

 

Max Weinberg

 

L'Aida

 

Metropolis con l'Orchestra della Toscana diretta da Frank Strobel

 

Roberto Saviano intervistato da Alessandra Tedesco

 

Valerio Massimo Manfredi intervistato da Paolo Giulierini

 

Gran gala di danza Mara Galeazzi & Stars

 

Alessandro Baricco intervistato da Matteo Caccia

 

Cosa Visitare

Antica lucumonia della civiltà etrusca, vivace centro artistico nell’età medievale e nel Rinascimento, per nove giorni la città della Val di Chiana aretina rinnova il suo ruolo di catalizzatrice e promotrice culturale, mettendo a disposizione le sue strade, le sue piazze, i suoi palazzi e i suoi teatri per una rassegna di appuntamenti dedicati a letteratura, musica, cinema, teatro. Ma anche per intraprendere due principali tour culturali:

Principi etruschi di Cortona
Comprende la visita al MAEC (Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona) e a una selezione tra i più importanti siti urbani ed extraurbani; tra i siti urbani sono compresi la fortezza di Girifalco (sede dell’arx etrusca), mura etrusche, porta bifora, volta a botte di via Guelfa, muro e arco etrusco sotterraneo di palazzo Cerulli-Diligenti; tra i siti extra-urbani si ricordano i meloni I e II del Sodo, il melone di Camucia, la tomba di Mezzavia, la tanella di Pitagora, la tanella Angori, la villa romana di Ossaia. I siti da visitare sono inseriti in un circuito di sentieri ciclopedonali segnalati da pannelli illustrativi. Tali sentieri possono essere percorsi anche con bici elettriche disponibili presso l’Info Point in loc. Sodo di Cortona.
L’ingresso al MAEC è scontato per i possessori di carta Feltrinelli o per chi esibisce un biglietto di un concerto del Festival; il tour completo è a pagamento su prenotazione (tel. 0575637235).

Il tesoro dei Longobardi
Dagli antichi maestri agli artisti orafi contemporanei: la mostra, nella sua prima parte, si prefigge lo scopo di fornire al grande pubblico un inquadramento generale del popolo longobardo, rispetto agli usi e i costumi, dai tempi dell’arrivo in Italia fino alla conversione al Cristianesimo, attraverso le principali tappe del proprio percorso, con la conquista di Cividale del Friuli nel 568 d.C., il successivo arrivo in Tuscia e l’occupazione, nella loro spinta verso meridione, di centri quali Fiesole e Chiusi. Il tema è l’occasione per far luce sulla sorte di Cortona da sempre, per la propria posizione, in dubbio se fosse appartenuta al corridoio bizantino o, invece fosse stata centro longobardo (come attesterebbero molti reperti e indizi dell’agro cortonese).
Nella seconda parte della mostra l’attenzione si sposta sul mondo artigianale e sulla metallotecnica dei Longobardi, con la presentazione di creazioni di ornamento e oreficeria relativa sia alla sfera personale, sia a quella militare e, infine, religiosa.
Nella terza ed ultima parte si propongono le creazioni dei 13 maestri orafi aretini che hanno tratto la loro ispirazione dalle forme dell’arte orafa del periodo longobardo proponendo interessanti contaminazioni con la tradizione classica e rinascimentale per giungere sino alle tendenze sperimentali della contemporaneità. La Mostra intende in tal senso offrire nuovi spunti creativi ai designer ed ai modellisti del made in Italy orafo rivisitando con i pezzi unici presenti in Mostra gli antichi codici formali elaborati agli albori del Medioevo. L’ingresso alla mostra è compreso nel prezzo del biglietto del MAEC.

Cortona è oggi una delle mete culturali più ambite dal turismo colto e raffinato, è sede della scuola estiva della Scuola Normale Superiore, ha convenzioni trentennali con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e rapporti stabili con molte Università Americane.
Organizza grandi mostre internazionali dedicate agli Etruschi ogni due anni, e offre una stagione fissa di appuntamenti teatrali, una ricca estate che si conclude con la Cortonantiquaria, la più antica manifestazione e mostra mercato d’Italia dedicata all’antiquariato.

Informazioni complete su www.cortonamixfestival.it e www.cortonamaec.org.

Compra i biglietti

 

Instagram

 
 
 



  • Un iniziativa di:

  • Main sponsor:

  • Con il sostegno di:

  • Media partner:

  • In collaborazione con:

  • Con il patrocinio di: